BENEDETTA BONICHI – Entelechia

Ultimo appuntamento della stagione espositiva di MACULA: si inaugura il 10 novembre a Pesaro “Entelechia”,  personale di Benedetta Bonichi, che si preannuncia come un grande evento articolato su due sedi espositive, lo Scalone Vanvitelliano e la Chiesa di Santa Maria Maddalena.
La mostra curata da Macula, in collaborazione con la mc2gallery di Milano, con il sostegno del Comune di Pesaro, il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e della Regione Marche, rimarrà aperta fino al 9 dicembre.

 

“Benedetta non voleva fare l’artista. Troppi lo erano stati nella sua famiglia. Il trisnonno, un grande liutaio, il padre e il bisnonno pittori, suo zio era Scipione…”.

 [M. Padovani]

 

Benedetta Bonichi, eclettica manipolatrice della materia umana, con alle spalle studi di filosofia, antropologia e biologia e significative esperienze nel campo della musica, della danza e del mimo, dal disegno e dalla pittura approda ad un nuovo codice artistico che combina radiografia e fotografia digitale e che l’ha condotta ad esporre stabilmente in musei e fondazioni d’Arte Contemporanea di tutto il mondo: Vienna, Cipro, Parigi, New York, San Paolo del Brasile, Roma, Mosca, Atene ecc.
Dal 1995 al 1997 realizza una cinquantina di sculture fatte di ombre. Nel 1999, dopo anni di tentativi, nascono le prime radiografie.
L’itinerario espositivo si sviluppa proprio dall’incipit del suo lavoro, con “Still life” e “Donna che si pettina”, del 1999, per seguire i passi della sua ricerca attraverso “Acquario” (2001), l’opera imponente che le ha aperto le porte del MAC, fino alla produzione artistica più recente come “La battaglia” (2009) o “Narciso” (2011). Sarà inoltre proposto, come di consueto, interessante materiale video.
L’inaugurazione della mostra sarà anche l’occasione per presentare il volume edito da Macula “Intus et in cute”, prima di una serie di pubblicazioni della collana “Punctum”, dedicata al linguaggio fotografico nelle ricerche artistiche contemporanee. Il libro raccoglie opere di Roberto Kusterle da “Nemesis”, primo appuntamento della stagione espositiva di Macula, che aveva riscosso grande successo di pubblico e critica, e quelle di “Entelechia” di Benedetta Bonichi, messe in relazione da scritti di approfondimento.
Seguendo la linea tracciata da Macula nel corso del 2012 anche in questa occasione il linguaggio figurativo veicolato dalle opere esposte dialoga con altre forme di espressione artistica: l’apertura della mostra sarà infatti preceduta dalla performance “LOVE”, di Michele Giovanelli e Alessandra Zanchi, a cura di HangartFest.

MACULA e HangartFest fanno parte della rete ORTOpolis con Etra educational, Proartis, Quatermass-x, Sponge arte contemporanea; in collaborazione con LEMS laboratorio elettronico musica sperimentale.


 

BENEDETTA BONICHI – Entelechia

Dal 10 novembre al 9 dicembre 2012
Inaugurazione sabato 10 novembre, ore 18.00

Scalone Vanvitelliano
Piazza del Monte (ingresso Via della Maternità)

Chiesa di Santa Maria Maddalena
Via Zacconi

Centro Storico – Pesaro

Visualizza mappa

Orario di apertura:

da mercoledì a venerdì, ore 17.30/19.30
sabato e domenica, ore 10.30/12.30 – 17.30/19.30

Ingresso gratuito

Visite guidate per gruppi su prenotazione, tel. 340 7519839


In collaborazione con:
Si ringrazia:

Con il patrocinio di:
Comune di Pesaro

Provincia di Pesaro-Urbino

Regione Marche
webdesign: Marco Livi