Tunnel della memoria

Non vediamo le cose come sono, vediamo le cose come siamo
Anaïs Nin

TUNNEL DELLA MEMORIA  E SET FOTOGRAFICO

Popsophia 2014, Rocca Costanza, 2-6 luglio

 

Dal 2 al 6 luglio, in occasione di Popsophia, Macula sarà presente negli splendidi sotterranei di Rocca Costanza con un set fotografico e un’installazione video-sonora, dove la memoria di antiche immagini riemerge dal buio per interagire col presente dello spettatore e il futuro delle sue proiezioni…

Un tunnel, dove il corso del tempo si inverte e ciò che è passato per sempre ritorna paradossalmente davanti agli occhi, nell’istante sospeso di una fotografia o nelle sembianze fantasmatiche di vecchi filmati; dove il ritmo di un paesaggio sonoro ancestrale e straniante scandisce lo sprofondare del viaggiatore nei meandri del tempo e di se stesso; dove un sistema di webcam intercetta i corpi dei viandanti, trasformandoli in produttori attivi di distorsioni visive.
E un set fotografico, infine, dove lo spaesamento cede il posto a una nuova consapevolezza e lo spettatore diventa protagonista facendosi ritrarre all’interno di un’immagine d’epoca: per tornare al tunnel, appendere sulle antiche mura di Rocca Costanza la propria ‘nostalgia del presente’ e proiettarla nel futuro: “oggi io sono qui perché vorrei che fosse…”. Lasciando così una traccia del proprio passaggio all’interno di un’opera in continuo divenire…

Il materiale video presentato è una libera interpretazione di Pesaro ieri, un documentario composto da filmati  realizzati tra il 1949 e il 1965 da Cesare Pandolfi. Le foto d’epoca provengono da vari archivi pubblici e privati, sono relative a Pesaro e dintorni e databili tra i primi del Novecento e gli anni Settanta. Il tunnel si apre con un grande portale dell’artista pesarese Alessandro Baronciani, mentre le musiche sono state appositamente composte dal gruppo AA.VV. a partire dai materiali proiettati e da una rielaborazione dei suoni della città di Pesaro registrati in presa diretta. Gli artisti del gruppo sono anche gli autori del sistema di webcam posizionato all’interno del tunnel. AA.VV. nasce oggi come gruppo di sperimentazione visiva, dall’ incontro di differenti identità artistiche. Ponendo attenzione sul collasso e la miscela di linguaggi visivi e sonori, l’attività del gruppo è focalizzata sulla realizzazione e la sperimentazione di nuovi linguaggi attraverso metodologie già affermate e riconosciute, per offrire un’indagine sulla realtà estetica e le sue differenti valenze.

Qui il programma completo di Popsophia 2014.

 

TUNNEL DELLA MEMORIA
Popsophia 2014, Rocca Costanza, 2-6 luglio

a cura di
Macula – Centro Internazionale di Cultura Fotografica

ideazione
Giancarla Ugoccioni, Luca Storoni, Marco Andreani

installazione video-sonora e distorsioni
Gruppo AA.VV.

Ricerche d’archivio
Arianna Zaffini

Immagini e video d’epoca sono state gentilmente concessi da:
Archivio Stroppa Nobili
Archivio Macula
Archivio Sauro Brigidi
Archivio Ezio Bartoli
Archivio Cesare Pandolfi
Archivio Pro Loco Mombaroccio
Archivio Comune di Pesaro
Archivio Libreria di Frusaglia

 

 

webdesign: Marco Livi