FOTOGRAFIA E POESIA


LE PAROLE E LE COSE_Laboratorio di fotografia e poesia

Un confronto costruttivo di linguaggi artistici: la poesia e la fotografia si incontrano per generare uno sforzo compositivo comune. Il visibile, lo sguardo, il pensiero e la parola saranno gli strumenti di lavoro per la costruzione di un progetto di ricerca individuale o dialogico.

Il laboratorio sarà condotto da Alessandro Giampaoli – artista e fotografo – e dai poeti Loris Ferri e Stefano Sanchini. Durante le tre giornate, ognuna delle quali dedicata ad uno specifico tema, saranno letti passi poetici e offerti spunti di riflessione, unitamente alla proiezione di immagini. Sulla base del materiale artistico proposto i lavori dei partecipanti saranno analizzati e strutturati attraverso varie sessioni di ripresa. Gli elaborati saranno oggetto di una mostra finale che si terrà a Pesaro a fine 2020, nell’ambito del progetto Macula Lab-Experience.

 

Ore totali: 21 (3 incontri domenicali con uscite fotografiche)
Max partecipanti: 15
Periodo: 2, 9 e 23 febbraio 2020; ore 10.00 – 18.00 (con pausa pranzo)
Costo: 120€* per chi si iscrive e versa la quota di iscrizione entro il 16 gennaio; 140€ per iscrizioni successive a tale data.
Scadenza iscrizioni: 31 gennaio

*comprensivi di tessera associativa e partecipazione al progetto Macula Lab-Experience

 

Sede lezioni

Centro storico di Pesaro, sotterranei di Palazzo Gradari, via G. Rossini 26.
Vedi la mappa.

 

Docenti

Alessandro Giampaoli
Artista, fotografo. Dopo gli studi classici inizia il suo percorso di ricerca nel campo delle arti visive, dedicandosi a disegno, pittura e fotografia. Diplomatosi presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino, completa il suo percorso formativo all’Istituto Europeo di Design di Milano. Dal 1992 lavora come fotografo professionista, direttore artistico e redattore freelance, partecipando a progetti editoriali, discografici e teatrali. Alla prima personale, nel 2000, seguono numerose mostre in gallerie d’arte e spazi istituzionali. Nel 2006 realizza una serie di percorsi didattici ed espositivi per conto della Facoltà di Architettura dell’Università “La Sapienza” di Roma. L’anno seguente presenta Le radici del cielo, mostra dalla quale verrà editato l’omonimo volume fotografico. Con la serie successiva, Il volo, tra il 2009 e il 2010 ottiene importanti riconoscimenti al Prix De La Photographie Paris (Px3) e ai Black & White Spider Awards. Nel 2011 ha esposto a Milano, Madrid, Shanghai, San Pietroburgo ed è stato selezionato tra gli artisti della Regione Marche partecipanti alla 54° Biennale di Venezia.

Loris Ferri
Poeta e drammaturgo. Collabora con la rivista di letteratura della migrazione El Ghibli. Ha fatto parte della redazione della rivista La Gru e del movimento Calpestare l’oblio. Tra i libri pubblicati: borderlinea (Thauma 2008, con nota al testo di Gianni D’Elia), Corrispondenze ai margini dell’occidente (Effigie 2011, con Stefano Sanchini, postfazione di Roberto Roversi; dal volume è stato tratto il cortometraggio dal titolo Correspondencias realizzato per il Festival Internazionale di Siviglia Chilango Andaluz) e il romanzo in versi Rom: uomo (Sigismundus 2012, Premio ANPI Nazionale 2012 e Premio Marazza sez. giovani 2013). Da quest’ultimo romanzo è tratto lo spettacolo teatrale Canto degli emarginati con Frida Neri, Antonio Nasone, Massimo Ottoni e Massimo Zamboni, scrittore ed ex chitarrista dei CCCP e CSI. Del 2016 è l’opera poetica Poema della residenza (Sigismundus, Premio internazionale Sédar Senghor 2017 per l’Italia). Nel 2013 è stato il direttore artistico della biennale di Land Art (Furlo). Suoi testi sono apparsi su diverse antologie e riviste, tra cui L’arcano fascino dell’amore tradito (Perrone 2006), Poeti Italiani Underground (Il Saggiatore 2006), Il segreto delle fragole (Lietocolle 2008), Porta Marina (PeQuod 2008). Nel 2018 è stato selezionato per il Progetto Europeo Refest, Images & Words on Refugee Routes. Da gennaio 2019 è in cartellone nei teatri con lo spettacolo L’Altra America.

Stefano Sanchini
Poeta. È stato redattore della rivista di poesia e realtà La Gru. Sue poesie sono apparse in diverse antologie e riviste tra le quali ricordiamo Calpestare l’oblio, Tellusfolio, Argo, L’arcano fascino dell’amore tradito (Perrone 2006), Poeti Italiani Underground (Il Saggiatore 2006), Il segreto delle fragole (Lietocolle 2008). Nel 2009 ha partecipato, insieme a Loris Ferri, al Festival Internazionale di cinema, arte e poesia di Siviglia Chilango Andaluz con il cortometraggio Correspondencias, tratto dal poema dialogico Corrispondenze ai margini dell’occidente (Effigie 2011, postfazione di Roberto Roversi, finalista al premio Penna 2011). Ha vinto il premio Artem 2012 con la poesia Emigrazione, finalista al premio Carducci 2013 con il libro La casa del filo di paglia. Ha collaborato con diversi artisti e musicisti per l’allestimento di performance e spettacoli (Frida Neri, Mario Mariani, Michele La Paglia, Monica Miniucchi).
Tra i libri di poesia pubblicati: Interrail (Fara 2007), Via del Carnocchio (Thauma 2010), La casa del filo di paglia (Sigismundus 2013, postfazione di Gianni D’Elia) e Il Villaggio (Sigismundus 2016, postfazione di Davide Nota).

 

MODALITÀ DI ISCRIZIONE – REGOLAMENTO

Il corso è rivolto unicamente ai soci (quota sociale compresa nella quota di iscrizione) e si attiva solo in caso di raggiungimento del numero minimo di iscritti. Per iscriversi al corso è necessario compilare il form on-line. In caso di superamento del numero massimo di iscritti ammessi, la precedenza verrà data a coloro che si sono iscritti per primi (farà fede la data di iscrizione) e che hanno versato la quota di iscrizione entro il 31 gennaio 2020 (entro il 16 gennaio per la quota ridotta).
Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

>> ISCRIVITI

 

Per informazioni: didattica@spaziomacula.it; tel. 333 7871667

webdesign: Marco Livi