LUOGHI

 

LUOGHI – Workshop sull’autobiografia di una città

 

Introduzione

 

“Andiamocene in viaggio, senza muoverci per vedere la sera di sempre con altro sguardo, per vedere lo sguardo di sempre con diversa sera.  Andiamocene in viaggio, senza muoverci”.
(Xavier Villaurrutia)

 

Il workshop si inserisce all’interno del progetto “Autobiografia di una città” lanciato nel 2012 da Macula, che prevede una serie di iniziative da realizzarsi sul lungo termine (incontri, mostre, raccolta di materiale documentario, testimonianze visive e orali, campagne fotografiche sul territorio) e nasce dal desiderio profondo di conoscere intimamente la nostra città e dare voce a tutti gli aspetti che ne formano la personalità intrinseca. Una sorta di osservatorio permanente teso a recuperare la memoria dei vissuti individuali e collettivi che animano i luoghi dell’abitare, prendere coscienza dei processi trasformativi in atto in noi stessi e nel mondo che ci circonda e poter così prefigurare attivamente il nostro futuro. La ricostruzione simbolica dell’identità sociale della comunità di appartenenza avverrà attraverso il linguaggio della fotografia, inteso sia come strumento di documentazione che come metafora di uno specchio dell’inconscio dove lo spettatore diviene protagonista attraverso l’incontro di uno sguardo.

 

Programma

Attraverso un graduale percorso di apprendimento dei fondamenti del linguaggio e della percezione visiva, si intende innanzitutto sensibilizzare i corsisti al concetto di “luogo”, esplorandone i vari significati attraverso una serie di incontri teorici e di esercitazioni pratiche. Insieme ai docenti ogni partecipante elaborerà un proprio progetto di ricerca, utilizzando la fotografia per immergersi con occhi nuovi in situazioni prima osservate distrattamente e per comunicare la propria esperienza, mettendo a frutto gli strumenti espressivi e gli stimoli ricevuti durante gli incontri.

 

Programma delle singole giornate:

Sabato 20  luglio, ore 9.30 – 12,30 e 15.00 – 19.00

  • Introduzione al progetto “Autobiografia di una città”.
  • Riflessione sui significati di “luogo”: senso e spirito del luogo, tipologie di luoghi, simboli pubblici e campi di attenzione.
  • Individuazione dei “campi d’attenzione” all’interno del proprio territorio.

 

Domenica 21 luglio, ore 9.30 – 12,30. Intervengono:

  • Ania Sambin – L’archetipo dei luoghi
  • Debora Ricciardi – Luoghi simbolici: Piazza, Torre e Cimitero
Ore 15.00 – 19.00: discussione e uscita fotografica.

 

Domenica 4 agosto,  ore 9.30 – 12,30. Intervengono:

  • Marco Andreani – Al di là dei luoghi comuni: analisi critica e scelte stilistiche nell’opera di alcuni grandi fotografi.
  • Alessandro Giampaoli – Lo specchio rovesciato. L’immagine fotografica come rappresentazione interiore.

Ore 15.00 – 19.00: discussione, elaborazione e definizione del progetto di ogni partecipante.

 

Mese di agosto

Realizzazione del progetto fotografico da parte dei corsisti. Durante la fase realizzativa i partecipanti potranno confrontarsi coi docenti contattandoli ai recapiti che verranno forniti.

 

Domenica 1 Settembre, ore  9.30 -12.30

  • Restituzione dell’esperienza di ogni partecipante attraverso la presentazione del lavoro sviluppato durante il mese di agosto.
  • Discussione finale.

 

Ore totali: 24 (4 incontri)
Max partecipanti: 10
Periodo:
Sabato 20
e domenica 21 luglio: ore 9.30 – 12.30 e 15.00 – 19.00
Domenica 4 agosto: ore 9.30 – 12.30 e 15.00 – 19.00
Domenica 1 settembre: ore 9.30 – 12.30
Iscrizioni: entro il 18 luglio
Costo: 180 € – studenti: 150 € (comprensivi di tessera associativa).

 

Sede lezioni

Macula – Centro Internazionale di Cultura Fotografica,
presso Pesaro Studi, Viale Trieste 296, piano terra, Aula 4.

 

Docente

Giancarla Ugoccioni

Docente di fotografia e curatrice. Nel 1992 si laurea in Fotografia presso il Kent Institute of Art and Design di Rochester (Inghilterra). Si specializza nello studio antropologico e sociale del territorio seguendo seminari di approfondimento a Londra, Città del Messico, Milano e Genova. Dal 1998 tiene corsi e laboratori di fotografia in collaborazione con scuole, strutture penitenziarie, associazioni e amministrazioni locali. Ha realizzato importanti progetti didattici ed espositivi dedicati al mondo dell’infanzia (Bambini di strada, Città del Messico; Bambini con le ali. Luci e ombre nell’infanzia, Cuneo), al tema della memoria (Il canto dell’Appennino perduto, Mani e mestieri, I sentieri dell’acqua, Pesaro), all’archeologia industriale (L’ex cartiera Burgo, Corsico) e all’ambiente (Adottiamo il Parco Agricolo Sud, Milano). Per conto della Cooperativa Centofoglie e della Provincia di Macerata ha lavorato al progetto triennale di Catalogazione dei Beni Culturali (indirizzo antropologico, fotografia e documentazione) ed è autrice di numerosi reportage esposti in mostre personali e collettive.

 

MODALITÀ DI ISCRIZIONE – REGOLAMENTO

Il corso è rivolto unicamente ai soci (quota sociale compresa nella quota di iscrizione) e si attiva solo in caso di raggiungimento del numero minimo di iscritti. Per iscriversi al corso è necessario compilare il form on-line o ritirare il modulo presso la sede di Macula. In caso di superamento del numero massimo di iscritti ammessi, la precedenza verrà data a coloro che si sono iscritti per primi (farà fede la data di iscrizione) e che hanno versato la quota di iscrizione entro il 18 luglio.

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

 

>> ISCRIVITI

 

 

Per informazioni: didattica@spaziomacula.it; tel. 340 7519839.


 

webdesign: Marco Livi